Il Caffè: Leggende & Curiosità
Torrefazione del Caffè
<<< CAFFE' LE ORIGINI >>>

I semi di caffè sono i semi di una pianta sempreverde
della famiglia delle "Rubiacee", genere Coffea, cui fanno parte circa 80 specie, di cui 2 tra le più importanti, ossia la Coffea Arabica e la Coffea Canephara, meglio conosciute come "Arabica" e "Robusta".

I loro frutti contengono 2 semi che vengono estratti mediante 2 metodi: il "Procedimento a secco", che sfruttando l'azione solare dà origine ai caffè denominati "Naturali", ed il "Procedimento Umido", da cui si ottengono invece i caffè "lavati" o "milds".

I "Robusta" sono solitamente naturali, mentre gli "Arabica" sono milds, fatta eccezione per quelli coltivati in Brasile, a Cuba, Haiti, Etiopia e India.

Indipendentemente che sia" Naturale" o" Milds", al fine di esprimere tutta la sua fragranza, il caffè deve essere tostato.
Scoperta probabilmente in modo casuale (si narra infatti che uno sbadato aveva dimenticato i chicchi verdi accanto al fuoco), la tostatura o torrefazione, dona al caffè un colorito che varia dal marrone al bruno - nero; essa caramella gli zuccheri, carbonizza la cellulosa e, soprattutto, favorisce la formazione di composti volatili cui è dovuto il suo inconfondibile aroma.

Il diverso grado di tostatura e la miscelazione di caffè di varie origini, determinano i differenti gusti che può avere la bevanda.
Le miscele a base di "Arabica", ad esempio, sono molto più dolci ed aromatiche, mentre quelle contenenti una considerevole percentuale di "Robusta" risultano più amare, corpose e di gusto più forte.

L'operazione di tostatura viene realizzata mediante una macchina torrefattrice (tostatrice) che, con un ciclo di cottura approssimativamente di 15 - 18 minuti ad una temperatura di 200 gradi, fa calare del 20% circa il peso del caffè (ciò è dovuto principalmente alla perdita di acqua del chicco).
Dopo la tostatura si procede alla fase di maturazione, fase estremamente importante per fare in modo che il caffè acquisti e rafforzi quelle caratteristiche organolettiche al fine di risaltare il gusto e l'aroma.
Tale periodo di maturazione dura all'incirca 24 - 48 ore.

A questo punto il caffè è pronto per essere confezionato ed immesso sul mercato per regalarci la bevanda ormai tipica degli italiani.