Il Caffè: Leggende & Curiosità
Le Origini del Caffè
<<< CAFFE' TORREFAZIONE >>>

L'origine della pianta del caffè si perde nella storia tramite infinite leggende circa la scoperta delle proprietà rinvigorenti della pianta stessa.
Non poche sono infatti le storie tramandate che attribuiscono la paternità della scoperta a vari personaggi in modo più o meno casuale.

Una storia curiosa narra di un pastore dello Yemen che osservando le proprie capre, si rese conto che queste dopo aver mangiato delle bacche rossastre, diventavano irrequiete ed eccitate. Decise così di raccontare il fatto ad un monaco che provò a preparare una sorta di infuso con le bacche stesse ricavandone una bevanda amara ma capace di donare forza al bevitore.

Un' altra storia racconta di un incendio propagatosi in Etiopia che trasformò il bosco in una sorta di torrefazione naturale disperdendo un gradevole aroma che incuriosì i vicini abitanti.

Nel mondo islamico si racconta che l'Arcangelo Gabriele portò in dono a Maometto una bevanda rinvigorente avendo notato che lo stesso era stremato per permettergli di pregare.

Le origini quindi si perdono nella notte dei tempi se si pensa che già nella Sacra Bibbia e in alcuni scritti del sommo poeta greco Omero si trovano citazioni di una bevanda scura con proprietà rinvigorenti.
Dall' Etiopia il caffè arrivò in europa nel XVI° secolo grazie ad alcuni sacchi di caffè dimenticati dai turchi in ritirata da Vienna diffondendosi da Venezia dove sembra essere nata la prima bottega del caffè intorno al 1640.

Tuttavia la prima descrizione del caffè si deve al medico Prospero Albino nel 1592 ma la prima caffetteria sembra essere nata a Costantinopoli nel 1554.

L'uso si estese a tutto l'Islam e forse i mercanti veneziani lo introdussero in Europa ben prima della battaglia di Vienna. E proprio in occidente alla sua introduzione ebbe alterne fortune. La Chiesa lo accusò di essere la "bevanda del diavolo", finchè Papa Clemente VIII decise di santificarne l'uso.
Da allora il caffè si sparse dovunque, ed i consumatori divennero milioni sia in Europa che in America.

Senza volerlo fu re Gustavo III di Svezia che provò al mondo " l'innocenza " di questa bevanda e che se ne poteva bere in gran quantità, senza star male.
La Svezia, infatti, a quei tempi era divisa tra i sostenitori di the e quelli di caffè ed il Re decise di effettuare un esperimento con due gemelli condannati a morte: il primo avrebbe bevuto solo caffè ed il secondo solo the.
Il Re e gli scienziati non vissero abbastanza per ottenere dei risultati in quanto entrambi i condannati morirono a più di 80 anni.